Sharing is caring!

Leggi la testimonianza del matrimonio RESTAURATO di Paloma,
"Restaurato due volte"
Questa testimonianza è stata presa da una delle nostre tante

Libri “Parola delle loro testimonianze
per AIUTARTI
superare i dubbi o le paure nella
capacità e il desiderio di Dio di
Ripristinare il TUO matrimonio!

Capitolo 12 "Alla ricerca di Dio"

Io amo quelli che m'amano,
e quelli che mi cercano mi trovano.
—Proverbi 8:17

ITA wRYM

Quando una donna cerca di restaurare il suo matrimonio ci sono sempre molte domande che sorgono nel corso del suo restauro. Lasciami dirti che, durante i due anni del mio restauro e durante i molti anni in cui ho svolto il ministero, ho scoperto che nessuno, all’infuori di Dio, conosce le risposte di cui hai bisogno - nessuno, me compresa, nessuno della nostra fratellanza, né un consigliere, nè il tuo pastore, né nessun altro. Dio solo ha le tue risposte.

Questo libro, le nostre altre risorse e questo capitolo non ti daranno tutte le risposte; perché Dio vuole e desidera che tu Lo cerchi! Mentre leggi le diverse domande e le risposte scritturali vedrai che ci sono così tante variabili in ogni situazione. Le cose diventano estremamente complicate quanto più pecchiamo nella nostra vita e più ci allontaniamo dal perfetto piano di Dio per i Suoi figli.

Rimetterti in carreggiata per realizzare il Suo piano perfetto è impossibile per te, ma non è impossibile per Dio! 

In questo capitolo sorgeranno molte domande nella tua mente; quando succederà, chiedi semplicemente a Dio di mostrarti la risposta. Dio ti guiderà e rivelerà la risposta di cui hai bisogno per ogni domanda che fai. Ecco la tua promessa:

“Se poi qualcuno di voi manca di saggezza, la chieda a Dio che dona a tutti generosamente senza rinfacciare, e gli sarà data.” (Giacomo 1:5).

Chiedi a Dio

E se mio marito è infedele e commette adulterio, allora posso divorziare da lui? 

No. come abbiamo appena appreso nel capitol 11, “Poiché io odio il divorzio”, la Parola di Dio dice che un marito potrebbe divorziare solo per fornicazione (che è un rapporto prima del matrimonio) se la donna è stata contaminata, indipendentemente dalla tua traduzione biblica. L’unica eccezione si riferisce solo al momento del fidanzamento. La fornicazione e l’adulterio non sono lo stesso peccato. Se lo fossero, questi peccati non sarebbero dichiarati due volte nello stesso versetto delle Scritture: “... né i fornicatori, né gl'idolatri, né gli adulteri...” (1 Cor. 6:9)

Lasciarla segretamente. Il divorzio per causa di fornicazione era consentito durante il periodo del fidanzamento, come nel caso di Maria e Giuseppe. I termini “fidanzato” e “fidanzamento” non furono usati durante questo periodo storico. Il termine “marito” è stato utilizzato perchè Giuseppe si era già impegnato a essere il marito di Maria. “E Giuseppe, suo marito... si propose di lasciarla segretamente” (Matt. 1:19). Questo era prima del loro matrimonio perchè il divorzio era consentito solo in caso di fornicazione.

Promessi sposi. Il verso precedente spiega che il “divorzio” doveva aver luogo prima del matrimonio! “... Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe e, prima che fossero venuti a stare insieme, si trovò incinta...” (Matt. 1:18). Il divorzio poteva avvenire subito dopo la prima notte di nozze, se la donna (non l’uomo) veniva trovata non vergine.

Ci sono troppe chiese e pastori che affermano che il divorzio è giusto in alcune situazioni, ma la Parola di Dio dice chiaramente: “Chi dunque avrà violato uno di questi minimi comandamenti ed avrà così insegnato agli uomini, sarà chiamato minimo nel regno dei cieli; ma chi li avrà messi in pratica ed insegnati, esso sarà chiamato grande nel regno dei cieli”. (Matt. 5:19). Pertanto, noi, come insegnanti della Parola, non annulleremo nessuno dei comandamenti di Dio - in altre parole, non diremo che i versetti sul divorzio non sono validi.

Como puoi essere sicura che quello che dice questo libro sia giusto e che quello che dicono tante chiese sia sbagliato? Le Scritture ci avvertono: “Guardatevi dai falsi profeti i quali vengono a voi in vesti da pecore, ma dentro son lupi rapaci…Molti mi diranno in quel giorno: “Signore, Signore, non abbiam noi profetizzato in nome tuo, e in nome tuo cacciato demoni, e fatte in nome tuo molte opere potenti?” Allora dichiarerò loro: “io non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, malfattori!” (Matt. 7:15, 22-23). Molti dei matrimoni nella tua chiesa non stanno crollando e le famiglie si stanno dissolvendo? Questi sono i frutti cattivi.

Ho scoperto, parlando con pastori riguardo alla questione del divorzio e del nuovo matrimonio, che molti di loro sentono personalmente e “nel loro profondo” una condanna riguardo al nuovo matrimonio, ma non vogliono “offendere” nessuno, specialmente tutti quei “membri della chiesa” che sono nel loro secondo o terzo matrimonio. Putroppo, uno che alla fine prese posizione nella sua chiesa, si ritrovò con una divisione della chiesa di chi era al secondo matrimonio o ai successivi. Non apprezzavano che il loro pastore prendesse questa ferma posizione sul divorzio e sul nuovo matrimonio! Tuttavia, quando dobbiamo prendere una decisione, dobbiamo ricordare: “L'amicizia del mondo è inimicizia contro Dio. Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio”. (Giacomo 4:4)

Una posizione forte non ha lo scopo di condannare coloro che sono divorziati o risposati, ma di impedire ad altri di commettere lo stesso errore. Allo stesso modo, non vorrei mettere a disagio una donna perché ha abortito ma non mancherei di condividere le conseguenze e la volontà di Dio per altri, che potrebbero commettere lo stesso errore.

Prurito d’udire. Se un pastore o una chiesa prende posizione contro il divorzio e il nuovo matrimonio, viene etichettato como legalista o giudicante. Coloro che vogliono “fare le loro cose” andranno in un’altra chiesa per ascoltare ciò che vogliono sentire (per il prurito d’udire).

“Perché verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole”. (2 Tim. 4:3-4).

Dato che sono già divorziata o di nuovo single, non potrei risposarmi o almeno uscire con qualcuno e poi chiedere a Dio di perdonarmi?

Prima di tutto, non sei davvero single. Solo qualcuna che non è mai stata sposata (o una vedova o un vedovo) è single, come scoprirai leggendo le Scritture onestamente, senza cercare di fargli dire quello che vuoi. “Perciò, se lei diventa moglie di un altro uomo mentre il marito vive, sarà chiamata adultera; ma se il marito muore, ella è libera da quella legge; così non è adultera se diventa moglie di un altro uomo”. (Rom. 7:3).

In secondo luogo, raccoglierai ciò che hai seminato. “Non v'ingannate; non ci si può beffare di Dio; poiché quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà”. (Gal. 6:7). Stai volontariamente entrando nel peccato. “Colui dunque che sa fare il bene, e non lo fa, commette peccato” (Giacomo 4:17).

Una cosa terrificante. Ti preparerai alla vendetta di Dio. “Perché, se pecchiamo volontariamente dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non resta più alcun sacrificio per i peccati; … Di qual peggior castigo stimate voi che sarà giudicato degno colui che avrà calpestato il Figliuol di Dio… A me appartiene la vendetta! Io darò la retribuzione! E ancora: Il Signore giudicherà il suo popolo. È cosa spaventevole cadere nelle mani dell'Iddio vivente. (Ebrei 10:26-31).

Dio non sarà deriso; non puoi mai trarre vantaggio dall’ignorare la Parola di Dio oppure scambiando l’obbedienza con un “matrimonio migliore” (o relazione) con qualcuno di nuovo; raccoglierai ciò che hai seminato. Sì, Dio può perdonarti, ma questo non cancellerà le conseguenze, che saranno peggiori di quelle che senti di vivere in questo momento.

Durante molti anni di ministero, il Signore mi ha mostrato continuamente informazioni su coloro che hanno rifiutato le nostre convinzioni e la verità della Parola di Dio. Alcune delle testimonianze più orribili, abominevoli e strazianti che ho sentito provenivano da donne che “conoscevano la verità” e tuttavia la ignoravano per fare “come volevano”.

Qualcuno potrà mai risposarsi?

“La moglie è vincolata per tutto il tempo che vive suo marito; ma, se il marito muore, ella è libera di maritarsi a chi vuole, purché sia nel Signore” (1 Cor. 7:39). Per quelle donne vedove, è importante sapere che quando il vero “Mr. Giusto” arriva, anche lui rimarrà vedovo o non si sarà mai sposato. Ricorda, Satana di solito porta prima il suo meglio, ma il Signore ti fa aspettare e poi porta il Suo meglio! “Aspetta l'Eterno e osserva la sua via” (Salmi 37:34 – ed. Luzzi Riveduta).

Ma cosa succede se sono già in un secondo (o terzo) matrimonio?

Inizia chiedendo perdono a Dio, indipendentemente dal fatto che tu fossi sposata prima di essere salvata oppure no. Non puoi essere efficace nel tuo cammino cristiano se non puoi ammettere i peccati del passato. “Chi copre le sue colpe non prospererà” (Prov. 28:13). “Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi, e la verità non è in noi. Se confessiamo i nostri peccati, Egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità” (1 Giovanni 1:8-9).

Ê ora di pentirsi. “E io le ho dato tempo per ravvedersi, ed ella non vuol ravvedersi della sua fornicazione. Ecco, io getto lei sopra un letto di dolore, e quelli che commettono adulterio con lei in una gran tribolazione, se non si ravvedono delle opere d'essa” (Apocalisse 2:21-22, ed. Luzzi Riveduta). “Confessate dunque i vostri peccati gli uni agli altri, pregate gli uni per gli altri affinchè siate guariti; la preghiera del giusto ha una grande efficacia” (Giacomo 5:16).

Quindi, cerca Dio per vedere se è Suo desiderio ripristinare il tuo matrimonio. È molto importante che, indipendentemente dal matrimonio che stai cercando di restaurare (primo, secondo o seccessivo), cerchi Dio. Abbiamo visto che ascoltare Dio nel tuo cuore (che Egli vuole veramente restaurare il tuo matrimonio) ti aiuterà a “finire il corso” e a “perseverare fino alla fine”, per non parlare del fatto che vi farà partire nella giusta direzione. 

Se non riesci a discernere la volontà di Dio per quale marito o matrimonio restaurare (come nel caso di molte donne), allora Dio ti sta dicendo che, in questo momento, ti vuole tutta per Sé. Vuole che tu senta il Suo amore perfetto, che non potrai mai guadagnare; ma non devi, perché te lo dà gratuitamente, anche quando ti senti indegna. Lui vuole guarirti da tutte le tue ferite passate. Lui vuole che tu sia così piena di Lui da non aver bisogno di nessun marito terreno. È qui che dovrebbero essere tutte le donne. Quando siamo bisognosi, siamo vulnerabili al dolore e spesso allontaniamo un marito. Lascia che Dio sia tuo marito e conosci cos’è il vero amore! (Vedi Isa. 54:4-6)

Il mio adulterio derivante da un secondo (o successivo) matrimonio può essere perdonato?

Sì. In Giovanni 8:11 Gesù chiese alla donna sorpresa in adulterio se qualcuno l’avesse condannata: “Ed ella rispose: Nessuno, Signore. E Gesù le disse: Neppure io ti condanno; va' e non peccar più”.

Alcuni hanno letto nel versetto che “va’ e non peccar più” significa che se fosse in un matrimonio adultero avrebbe dovuto divorziare dal marito per essere resa pura. Niente di più falso!

Ignorare o minimizzare il potere del sangue versato di Cristo. Quando una persona crede che Dio non perdonerà un secondo o un successivo matrimonio, ma lo vede solo come adulterio in corso, quella persona sta dicendo che il sangue di Gesù non è in grado di coprire il peccato di adulterio causato dal divorzio e dal nuovo matrimonio.

Questo versetto in 1 Corinzi 6:9-11ci mostra la verità: “Non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non v'illudete; né fornicatori, né idolatri, né adulteri, ... erediteranno il regno di Dio. E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signor Gesù Cristo, e mediante lo Spirito del nostro Dio” Alleluia! Dio può perdonare l’adulterio e lo fa per qualsiasi adulterio! “Neppure io ti condanno; va' e non peccar più” (Giovanni 8:11). Dici impossibile?

Quando Gesù disse che era “più facile per un cammello passare attraverso la cruna d'un ago, che per un ricco entrare nel regno di Dio”, questo è certamente impossibile da fare, i Suoi discepoli Lo interrogarono: “Chi dunque può esser salvato?” “E Gesù, riguardatili fisso, disse loro: Agli uomini questo è impossibile; ma a Dio ogni cosa è possibile” (Matt. 19:24-26).

Ma mi è stato detto che poiché mio marito era sposato prima (o io ero sposata prima) che sono in adulterio “continuo”.

Se dobbiamo andare oltre il Suo sangue versato e il Suo perdono “avendo bisogno” di “rimediare” non essendo più in un secondo matrimonio (che, a proposito, costituirebbe un divorzio che Dio dice di odiare), allora una persona che ha rubato qualcosa avrebbe bisogno di “rimediare” restituendo ciò che aveva rubato. Andrebbe bene se la persona avesse ancora quello che ha preso, e se non avesse più la merce o il denaro potrebbe certamente lavorare per ripagarlo. Tuttavia, se qualcuno uccideva e aveva bisogno di “rimediare”, come poteva? La persona che ha ucciso è morta. Pertanto la “soluzione” di “rimediare” non funziona poiché non è applicabile a tutti i peccati.

Inoltre, aggiunge “opere” all’equazione del perdono quando Tito 3:5 afferma chiaramente che “non per opere giuste da noi compiute, ma per la sua misericordia, mediante il lavacro della rigenerazione e del rinnovamento dello Spirito Santo”.

Ci sono ministeri matrimoniali che credono che solo coloro il primo matrimonio sia benedetto e sancito da Dio (poiché loro stessi sono nel primo matrimonio). Tuttavia, trascurano il potere del Suo sangue salvifico che copre ogni peccato. La verità si trova nella gentilezza amorevole di Dio; Egli è un Dio della speranza per tutti coloro che verranno da Lui, non importa quanto siano incasinate le loro vite.

Inoltre, Dio ha confermato la Sua volontà attraverso i numerosi matrimoni restaurati di coloro che erano in secondi matrimoni o seccessivi. Dio non fa eccezioni a nessuno: Perdona e il Suo sangue copre tutti i peccati senza dover aggiungere opere all’equazione.

Non siamo più sotto la legge ma viviamo per grazia. “Chiunque infatti osserva tutta la legge, ma la trasgredisce in un punto solo, si rende colpevole su tutti i punti” (Giacomo 2:10). “Ma Dio, che è ricco in misericordia, per il grande amore con cui ci ha amati, anche quando eravamo morti nei peccati, ci ha vivificati con Cristo (è per grazia che siete stati salvati)... Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio...” (Ef. 2:4-5, 8).

Un dono non è qualcosa che puoi o devi guadagnarti; è dato liberamente e amorevolmente! Cercare di vivere sotto la legge era una maledizione, ma “Cristo ci ha riscattati dalla maledizione della legge” (Gal. 3:13) Alleluia!

La maggior parte di coloro che vogliono credere che un matrimonio adultero sia il “peccato imperdonabile” sono gli stessi individui che guardano la pagliuzza nell’occhio di qualcun altro, ma non hanno notato la trave nel loro occhio. Se stai giudicando qualcuno in questo modo, ricorda che sarà così che Dio ti giudicherà. “Perché con il giudizio con il quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi” (Matt. 7:2).

Allora il nuovo matrimonio va bene, se è nelle giuste circostanze?

Quando qualcuno vede il perdono di Dio, mostrato a coloro che sono stati perdonati per adulterio in un secondo o successivo matrimonio, è molto allettante cercare di risposarsi piuttosto che cercare la ripristazione, specialmente quando è così dolorosa.

Se continui a cercare ciò che tu desideri piuttosto che la volontà di Dio per la tua vita, non sperimenterai mai la vita abbondante che Egli ha preparato per te.

Devo ripristinare questo matrimonio o tornare dal mio primo marito?

La Sua volontà. Dopo aver confessato il tuo peccato di aver anticipato Dio, risposandoti o sposando qualcuno che era già sposato, devi mettere da parte la tua volontà e chiedere al tuo Padre celeste la Sua volontà riguardo al tuo attuale matrimonio. Il Signore vuole che continui a cercare la restaurazione di questo matrimonio che sta cadendo a pezzi? Molte donne hanno affrontato questo difficile compito, ma Dio è sempre fedele e ti guiderà, se lo cerchi. Prega per la direzione di Dio. “Il ladro non viene se non per rubare, ammazzare e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza” (Giovanni 10:10)

Un fondamento adultero. Il tuo attuale matrimonio è il risultato di una relazione adultera? Eri o tuo marito era sposato con qualcun’altra? Quell’ex coniuge è attualmente celibe? Se hai risposto “sì” a tutte e tre queste domande, è possibile che il Signore desideri restaurare il tuo matrimonio.

Ancora una volta, è la ricerca del Signore per la Sua volontà che ti porterà la pace che passa ogni intendimento. Arrenditi totalmente a Lui, pentiti dei tuoi peccati e ricevi il perdono; sii disposta a perdonare e poi riposiziona la tua fiducia nel Dio che ha un futuro meraviglioso, una speranza e una vita abbondante che spetta a coloro i cui cuori sono completamente Suoi - questo è ciò che Egli ti chiede di fare.

Non permettere al nemico di metterti sotto condanna. Saprai che è il nemico se senti “disperazione” nel tuo spirito. Dio non condanna ma ci convince e “dolcemente” ci equipaggia per realizzare il Suo desiderio, con l’aiuto del Suo Spirito Santo e con la Sua meravigliosa grazia. 

E se mio marito si fosse risposato?

Quando le donne divorziate iniziarono a sperimentare il matrimonio dei loro mariti con l’AD, “pensai” di conoscere la risposta, che era basata sul piano che avevo io, quando mio marito mi disse che avrebbe sposato l’AD. Dio mi ha ricordato in Isaia 55:8-9 “infatti i miei pensieri non sono i vostri pensieri, né le vostre vie sono le mie vie, dice l'Eterno. Come i cieli sono alti al di sopra della terra, così son le mie vie più alte delle vostre vie, e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri”.

Avevo deciso (quando mio marito se ne andò) che se lui avesse sposato l’altra donna, allora avrei creduto che Dio mi stesse dicendo di dedicarmi a Lui, ai miei figli e a ministrare le donne più giovani; e non avrei più cercato la restaurazione. La prima parte era vera: dovevo dedicarmi al Signore, ai miei figli e al ministero delle donne, ma la seconda parte riguardante il “non cercare più la restaurazione” mi avrebbe fatto fallire nel Suo piano perfetto.

Dio è sempre buono! È Suo desiderio dare speranza a tutti coloro che Lo cercano!! Dio ha fedelmente rivelato il Suo piano per le donne, i cui mariti si sono risposati, attraverso due testimonianze di matrimoni restaurati; che mi ha portato quando lo supplicai di aiutarmi a ministrare in modo più efficace questo gruppo di donne nella nostra comunità. Nella prima testimonianza, Dio ha dato a una donna (il cui marito si era risposato) la fede per credere e sopportare fino alla fine, e ha ricevuto il suo marito e la famiglia!

Questa donna ha continuato a pregare e credere anche dopo che suo marito si risposò con l’AD, ma presto iniziò a sentirsi pazza nel continuare a credere, poiché nessuno era d’accordo con lei (che è esattamente il modo in cui mi sentivo io a metà del mio restauro). Nel suo punto più basso gridò a Dio, che la portò a Esdra 9 e 10. Fu lì che trovò la speranza di continuare a credere e sopportare il processo finale; quando il Signore la portò a dare al suo ex marito la sua casa e le due figlie. Solo due settimane dopo, suo marito “si spezzò”: diede la sua vita al Signore, divorziò da sua moglie e si risposò con questa moglie credente. Inoltre, divenne ministro della Parola di Dio, anche se è stato un criminale professionista!

All’inizio ero scettica, ma quando ho iniziato a studiare le Scritture di Esdra (che Dio ha dato alla donna il cui marito si era risposato), ho guadagnato la fede e le verità scritturali per credere che se Dio avesse ripristinato il suo matrimonio, questo era possibile per ogni donna il cui marito si era risposato! Ecco cosa ho trovato:

Esdra 10:10-11 dice: “il sacerdote Esdra si alzò e disse loro: ‘Voi avete commesso un’infedeltà, sposando donne straniere, e avete reso Israele ancora più colpevole. Ma ora confessate la vostra colpa al Signore, Dio dei vostri padri, e fate la sua volontà! Separatevi dai popoli di questo paese e dalle donne straniere!’”.

Poi in Esdra 10:14 leggiamo: “Rimangano dunque qui i capi di tutta l’assemblea; e tutti quelli che, nelle nostre città, hanno sposato donne straniere vengano nei tempi stabiliti, con gli anziani e i giudici d'ogni città, finché non sia allontanata da noi l'ardente ira del nostro Dio per questa infedeltà’”.

Cercai Esdra e il termine donne “straniere” da cui gli uomini dovevano “separarsi” nella traduzione originale del greco. Quello che vidi è che la parola “straniero” nella versione di Re Giacomo è stata tradotta in “adultero”. Quando ho cercato la parola “separarsi” dal RGV, è tradotto in “diviso”. Ciò significa che se un uomo è sposato in un matrimonio adultero, con la guida di Dio, può in realtà dividersi (o separarsi) da quel matrimonio. Il capitolo 10 di Esdra si conclude con questo versetto: “Tutti questi avevano preso delle mogli straniere; e ce n'erano di quelli che da queste mogli avevano avuto dei figli” (Esdra 10:44). Se questo versetto ti riguarda, ricorda che quando Sara disse ad Abraamo di mandare via Agar e il figlio di Abraamo, Dio gli disse di ascoltarla! “Ma Dio disse ad Abraamo: ‘Non addolorarti per il ragazzo, né per la tua serva; acconsenti a tutto quello che Sara ti dirà...” (Gen. 21:12).

Dio si prese cura di Agar e di suo figlio Ismaele, dopo che Abraamo li mandò via. “Abraamo si alzò la mattina di buon'ora, prese del pane e un otre d'acqua e li diede ad Agar, mettendoglieli sulle spalle con il bambino, e la mandò via. Lei se ne andò e vagava per il deserto di Beer-Sceba” (Gen. 21:14). Più tardi, quando stavano per morire, Dio disse ad Agar: “Alzati, prendi il ragazzo e tienilo per mano; perché io farò di lui una grande nazione” (Gen. 21:18).

Dopo aver ricevuto la prima testimonianza e studiato i versetti di Esdra e Genesi con la testimonianza di Abraamo, ho cercato diligentemente Dio nella preghiera per assicurarmi che ciò che credevo fosse corretto. Una o due settimane dopo, Dio confermò fedelmente la Sua guida quando un uomo ci presentò la testimonianza del suo matrimonio che era stato restaurato dopo che si era risposato ed era stato indotto a divorziare o “separarsi” da sua moglie, appartenente a un matrimonio adultero. Lui arrivò al luogo di rottura quando si trovò in prigione, a causa dell’AD che aveva sposato. (Puoi leggere entrambe queste testimonianze in Con la parola della loro testimonianza).

Ancora una volta, questo ci mostra che, indipendentemente dalla tua situazione (sposata, separata, divorziata, marito risposato, primo, secondo o terzo matrimonio) devi cercare il Signore sulla restaurazione e permetterGli di guidarti! Se tuo marito si è risposato, hai speranza! Sulla base delle sole statistiche sul divorzio, c’è solo il 15% di possibilità che il suo matrimonio sopravviva. Quando aggiungi le tue preghiere e la tua fede a quell’equazione, puoi facilmente “sperare contro speranza” e credere! (Vedi Romani 4:18).

Mentre continui a cercare il volto di Dio e a seguire i Suoi principi per la restaurazione, Dio sarà impegnato a permettere che il matrimonio di tuo marito finisca con il divorzio.

Grazia, Grazia e Più Grazia

In conclusione del capitolo dedicato al divorzio e alle questioni del nuovo matrimonio, potrebbe sembrare che questo capitolo contraddica il precedente “Io odio il divorzio”, ma questo non è il caso, non più di quanto l’Antico Testamento contraddica il Nuovo Testamento. L’Antico Testamento è la Legge che il popolo di Dio non è stato in grado di mantenere; poi, nel Nuovo Testamento, Gesù entra in scena, il Suo sangue versato copre ogni peccato e la grazia abbonda!

Perché insegnare in questo modo e non rimanere con “la lettera della Legge”? “[È Lui] che ci ha anche resi capaci [facendoci essere in forma, degni e sufficienti] d'esser ministri d'un nuovo patto, [di salvezza attraverso Cristo] non [ministri] di lettera, (del codice legalmente scritto) ma di spirito; perché la lettera [della Legge] uccide, ma lo spirito [Santo] vivifica” (2 Corinzi 3:6).

Questo capitolo ci ricorda l’abbondante grazia di Dio! Egli è un Dio di seconde, terze e molte possibilità! Gesù ci ha detto di perdonare settanta volte sette: quanto più Dio è disposto a perdonare noi e tutti coloro che peccano e non sono all’altezza della gloria di Dio?

Il segreto per comprendere questi capitoli è cercare Lui. Non ho tutte le risposte, né nessun altro, tranne Dio! Anche Gesù, quando i Sadducei chiesero quale marito avesse ottenuto la moglie che era stata tramandata attraverso sette fratelli (come era loro abitudine, quando un uomo moriva lasciando una vedova senza figli), non gli ha dato una risposta diretta, ma li ha invece corretti per quanto riguarda la loro comprensione delle Scritture e il potere di Dio! (Vedere Matteo 22:23-33).

Ciò significa che spetta a te cercare Dio per la tua ripristinazione per ogni e tutte le domande che hai e per il potere di Dio! Non lasciare che nessuno ti derubi di un rapporto intimo con il Signore o di ascoltare direttamente  Lui. Dio ha permesso questa prova nella tua vita per avvicinarti a Lui in modo che tu possa provare gioia in mezzo a questa prova e a quelle future, che sperimenterai nella tua vita!

Prendiamo l’impegno di

CERCARE IL SIGNORE

PERSONALMENTE

e incoraggiamo tutti gli altri a fare lo stesso!

Impegno personale: cercare il Signore se devo restaurare il mio attuale (o precedente) matrimonio ora o in futuro. “Sulla base di ciò che ho imparato dalla Parola di Dio, mi impegno a chiedere a Dio se devo o meno ripristinare questo matrimonio. Metterei da parte la mia volontà, volendo solo la Sua volontà, poiché Egli è il mio Signore. Prometto di aspettare che Lui mi conduca e nel frattempo cercherò una maggiore intimità con Lui. Inoltre, non giudicherò mai nessuno che sia in un secondo o successivo matrimonio, ma riconoscerò invece che il sangue di Gesù è in grado di coprire il peccato di ogni adulterio”.

Testimonianza: Restaurata dopo che il marito si è risposato

Una donna californiana mi scrisse sul ripristino del suo matrimonio. Le cose stavano progredendo molto bene ed entrambe eravamo fiduciose che il suo matrimonio si sarebbe presto ripristinato. Tuttavia, un giorno,  attraverso un’amica, seppe che suo marito aveva sposato l’altra donna. Scoraggiata, mi scrisse: “E adesso?”

Ho condiviso con lei gran parte di ciò che hai appena letto in questo capitolo sul nuovo matrimonio. Lei mi ha risposto e mi ha ringraziato. Disse che una volta che si è accontentata della volontà di Dio per la sua vita e ha rinunciato alla sua volontà in cambio della Sua, era in pace.

Nel corso dell’anno, scrisse che il suo ex marito la contattatò. Lui si rese conto di aver commesso l’errore più grande della sua vita! Si era già separato dalla nuova moglie e stava chiedendo il divorzio. Voleva sapere se lei avrebbe preso in considerazione l’idea di uscire di nuovo con lui o se l’avrebbe preso in considerazione solo dopo che si fosse legalmente divorziato. Le disse che era suo intento sposarla di nuovo, se lei lo avesse voluto!

Ho condiviso il principio di lasciare completamente andare un marito che si è risposato con una dichiarazione forte e audace a molte altre donne. Tutte hanno rifiutato questo consiglio, tranne questa donna che ora ha un matrimonio restaurato! Quando tuo marito ha fatto il passo di risposare l’AD, devi fare di più per lasciarti andare e lasciare che Dio faccia un’opera.

Una volta lasciato solo, il suo ex marito è stato in grado di sentire il pieno impatto della sua decisione sbagliata di sposare l’altra donna. Non aveva visto o sentito la sua ex moglie durante questo periodo, ma dovette rintracciarla per trovarla (non ebbero figli). Lo dico a coloro che hanno paura di lasciarsi andare perché pensano che Dio non sia in grado di riportare indietro una persona.

Quando un marito è ancora in casa, è un matrimonio più facilmente restaurabile, di uno in cui sono separati. Una coppia sposata separata è più facilmente restaurata di una che ha divorziato. Lo stesso vale per un matrimonio, che non solo è passato attraverso il divorzio, ma in cui il marito si è risposato. Ci vuole più fede, preghiera, intimità con il Signore, più lasciarsi andare e prove più grandi.

Con Dio nulla è impossibile, ma a parte Lui non possiamo fare nulla.                    

Ti pregherei di considerare di diventare un membro della nostra Comunità di Restauro per aiutarti a portare il tuo matrimonio fino alla restaurazione. Puoi scoprire i numerosi vantaggi di diventare un membro sul nostro sitio web:

www.rmiew.com

Se sei pronto a prendere l'impegno con DIO per finire il corso, CLICCANDO QUI hai accettato e sei pronta a documentare questo primo passo del tuo Viaggio di restauro nel tuo modulo "Il mio diario quotidiano". Prenditi il tuo tempo, sediti, prendi il tuo caffè o tè e versa il tuo cuore nel tuo diario