Sharing is caring!

Leggi la testimonianza del matrimonio RESTAURATO di Paloma,
"Era io"
Questa testimonianza è stata presa da una delle nostre tante

Libri “Parola delle loro testimonianze
per AIUTARTI
superare i dubbi o le paure nella
capacità e il desiderio di Dio di
Ripristinare il TUO matrimonio!

Capitolo 14 "Scagli il primo la pietra"

Chi di voi è senza peccato,
scagli il primo la pietra.
—Giovanni 8:7

ITA wRYM

Adulterio:
Motivi per il divorzio
o
Motivi per il perdono

L’adulterio può essere perdonato?

Sì. Gesù disse alla donna colta in adulterio: “…Nessuno ti ha condannata?... Neppure io ti condanno; va' e da ora in poi non peccare più.” (Giovanni 8:10-11). In realtà, non solo l’adulterio non è motivo per il divorzio ma è motivo per il perdono, come ha mostrato Cristo in Giovanni 8:10 sopra.

Abbiamo anche un esempio di coniuge che perdona l'adulterio in Osea 3:1. “Il Signore mi disse: ‘Va' ancora,  ama una donna amata da un altro e adultera”. Quindi in 1 Corinzi 6:9-11, quando Dio si riferisce ad adulteri e fornicatori, dice: “E tali eravate alcuni; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signor Gesù Cristo e mediante lo Spirito del nostro Dio”. Siamo lavati nel Suo sangue di perdono.

Eppure, troppi pastori dicono che l'adulterio è motivo per il divorzio. “Voi avete udito che fu detto: Non commettere adulterio. Ma io vi dico che chiunque guarda una donna per desiderarla ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore” (Matt. 5:27-28). Se fosse vero che l'adulterio è motivo di divorzio, la maggior parte delle donne sposate potrebbe divorziare dai propri mariti, poiché la maggior parte degli uomini ha bramato le immagini delle donne, in televisione o sulle riviste!

Se hai commesso adulterio devi confessare il tuo peccato a tuo marito, se non ne è a conoscenza. “Chi copre le sue colpe non prospererà, ma chi le confessa e le abbandona otterrà misericordia” (Prov. 28:13).

L’adulterio di mio marito deve essere perdonato? 

Cos’ha fatto Gesù? Gesù disse alla donna colta in adulterio: “Nessuno t'ha condannata?... Neppure io ti condanno; va' e da ora in poi non peccare più.” (Giovanni 8:10-11). Hai condannato tuo marito?

Ma lui è un “recidivo!” 

Cosa disse Gesù, quando Pietro gli chiese quante volte avrebbe dovuto perdonare suo fratello che peccava contro di lui? Forse “sette volte?” suggerì Pietro, ma Gesù rispose: “Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette”. Vuol dire 490 volte! (Vedi Matt. 18:22). Troppo spesso, quando le donne hanno mariti recidivi (come il mio era), un pastore o un consulente convince la donna che suo marito non cambierà mai; tuttavia, questo semplicemente non è scritturale.

Se questo fosse vero, più di 9 matrimoni su 10 dei nostri matrimoni restaurati semplicemente non sarebbero ripristinati oggi. La maggior parte dei nostri matrimoni restaurati erano matrimoni con un coniuge “recidivo”, in altre parole, un adultero ripetitivo, non una situazione di “una notte”. Alla maggior parte, se non a tutti, fu dato tutto il tempo per pentirsi, ma rifiutò. Però Dio udì il grido della moglie che stava nella breccia per suo marito e Dio fece un’opera nella vita del marito, spezzando il peccato di adulterio. (Per maggiori informazioni, leggi il capitolo 17, che ti addestra a pregare le Scritture o a “stare nella breccia” per tuo marito; e il capitolo 16, che ti insegna molti principi riguardanti la preghiera, in particolare il potere della “preghiera e del digiuno”).

Sei senza peccato, da poter scagliare per prima la pietra a tuo marito? Gesù chiese alle persone che volevano che la donna adultera fosse punita: “Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra” (Giovanni 8:7). Sei senza peccato, da poter scagliare per prima la pietra a tuo marito? La verità è: “Se diciamo d'esser senza peccato, inganniamo noi stessi, e la verità non è in noi” (1 Giovanni 1:8).

Ma non ho mai fatto niente di così peccaminoso! Lascia che ti mostri come Dio raggruppa i tuoi peccati con quelli di tuo marito. È così che Dio vede il peccato: “Ora le opere della carne sono manifeste, e sono: (quelli di tuo marito?) fornicazione, impurità, dissolutezza... ubriachezze, orge, (ora i tuoi?) contese, gelosia, ire, discordia, divisioni, invidie” (Gal. 5:19-21).

E se non lo perdono? Quali sono le gravi conseguenze del non perdonare? “ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe” (Matt. 6:15).

Quando Dio si riferisce agli adulteri e ai fornicatori, dice: “E tali eravate alcuni; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signor Gesù Cristo, e mediante lo Spirito del nostro Dio” (1 Cor. 6:9-11). “perché il marito non credente è santificato nella moglie” (1 Cor. 7:14). Poiché tu e tuo marito siete una sola carne, noi dei Ministeri di Restauro, ti suggeriamo di avvicinarti a Dio, permettendogli di trasformarti di più nella Sua immagine. Qualcosa di straordinario comincerà ad accadere a tuo marito poiché sei una sola carne: diventerà santificato! Tuttavia, finché rimarrai nel peccato, rimarrete entrambi non santificati.

Ma l'adulterio è già successo! Ricordiamoci ancora una volta ciò che Gesù ci ha detto quando ci viene chiesto quante volte dobbiamo perdonare qualcuno. “Se ha peccato contro di te sette volte al giorno, e sette volte torna da te e ti dice: “mi pento”, perdonalo” (Luca 17:4). (Vedi il capitolo 9, “Spirito Dolce e Pacifico”, sul tema "Amore duro”). Inoltre, vedi sotto il motivo per cui continua a farlo.

Ma non si è pentito! Mentre Gesù pendeva sulla croce per i tuoi peccati, Egli gridò: “Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno” (Luca 23:34). (Ancora una volta, vedi nel capitolo 9, “Spirito Dolce e Pacifico”, sul “Perdono”).

“Non esser vinto dal male, ma vinci il male con il bene”. Dio chiese specificamente al Suo profeta Osea di risposare sua moglie, Gomer, anche dopo che lei era palesemente infedele a lui. Osea 2:2 dice: “Perché lei non è più mia moglie e io non sono più suo marito!”. Poi nel versetto 7, “Allora dirà: ‘Tornerò al mio primo marito, perché allora stavo meglio di adesso’”. Più tardi nel versetto 3:1 dice: “il Signore mi disse (a Osea): ‘Va' ancora, ama una donna amata da un altro e adultera”. Dio usò la storia di Osea e Gomer per mostrare il Suo impegno verso la Sua sposa, la chiesa (vedi il libro di Osea). In Luca 15, dice che il figlio maggiore disse a suo padre “... è venuto questo tuo figlio che ha sperperato i tuoi beni con le prostitute, tu hai ammazzato per lui il vitello ingrassato”. Il padre gli disse: “…ma bisognava far festa e rallegrarsi, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita; era perduto ed è stato ritrovato”. Cosa troverà tuo marito quando chiamerà o tornerà? Il vitello ingrassato, la tua veste e un anello o sarà accolto con giudizio?

Potrò ancora fidarmi di lui? Dio ha detto di fidarti di Lui; quindi sarai benedetta con un marito fedele. “Maledetto l'uomo che confida nell'uomo e fa della carne il suo braccio... Benedetto l'uomo che confida nell'Eterno, e la cui fiducia è l'Eterno! (Geremia 17:5-7). La gente mi chiede sempre come faccia a fidarmi di mio marito. Io rispondo dicendo: “Non lo faccio, mi fido del Signore!” È il Signore che mi ha reso fedele mio marito e lo terrà fedele. Tutta la Gloria a Dio!

Come posso aiutare mio marito? Aiutalo pregando! “Vegliate e pregate, affinché non cadiate in tentazione; ben è lo spirito pronto, ma la carne è debole” (Marco 14:38). Ogni donna, che ha permesso a Dio di trasformare il cuore del marito, testimonia che Dio ha rimosso gli occhi erranti e l'infedeltà. (Queste sono donne i cui mariti sono a casa da anni!)

Dio potrà portare altre prove nella tua vita, ma non l’adulterio. Quando Dio guarisce e porta liberazione, dice: “È finita”. È una completa guarigione e liberazione dall'adulterio. Ricorda, se semini nella carne, raccoglierai nella carne. Donne, se costringete o invogliate i vostri mariti a tornare a casa, ne raccoglierete le conseguenze. Impara ad aspettare. Quando arriverà la benedizione del Signore, Egli non aggiungerà alcun dolore! (Vedi Prov. 10:22).

Cosa dice la Sua Parola? Cosa dobbiamo fare (o non fare) se nostro marito è in adulterio?

L'adultera lusinga; dobbiamo invece edificare. Proverbi 29:5 dice: “L'uomo che lusinga il prossimo gli tende una rete davanti ai piedi”. “Nessuna cattiva parola esca dalla vostra bocca; ma se ne avete qualcuna buona, che edifichi” (Ef 4:29). La differenza tra lusinghiero ed edificante è il cuore. Quando qualcuno lusinga, il cuore o la motivazione è “ottenere qualcosa”. La motivazione di chi edifica o costruisce è dare qualcosa, non aspettandosi nulla in cambio. Due donne possono dire la stessa cosa, eppure la differenza sta nei loro cuori. Che tipo di cuore hai? Piagnucoli e ti lamenti con gli altri di ciò che tuo marito non ha fatto, in cambio della tua gentilezza e del perdono? Se tuo marito senta il tuo lamento o no, non è importante. Dio lo sente e guarda il tuo cuore.

Dio può scatenare la Sua ira; non farlo! “Fate dunque morire ciò che in voi è terreno: fornicazione, impurità, passioni, desideri cattivi e la cupidigia, che è idolatria. Per queste cose viene l'ira di Dio” (Col. 3:5-6). “Noi conosciamo, infatti, Colui che ha detto: “A me appartiene la vendetta! Io darò la retribuzione!” E ancora: Il Signore giudicherà il suo popolo”. È terribile cadere nelle mani del Dio vivente” (Eb. 10:30-31). Se non hai perdonato tuo marito, potresti essere gioiosa quando inizia “l’ira di Dio”. Tuttavia, Dio ci avverte: “Quando il tuo nemico cade, non ti rallegrare; quand'è rovesciato, il tuo cuore non ne gioisca, perché il Signore non lo veda e non distolga l'ira sua da lui” (Prov. 24:17-18).

Non t’ingannare: non devi sapere cosa sta facendo tuo marito. “Poiché non c'è nulla di nascosto che non debba manifestarsi, né di segreto che non debba essere conosciuto e venire alla luce” (Luca 8:17). Ti è stato nascosto da Dio per proteggerti. Chi ostacola la protezione di Dio, spiando o indagando, cade in tragedia; per favore, non commettere lo stesso errore! “Perché è vergognoso perfino il parlare delle cose che costoro fanno di nascosto” (Ef 5:12). Donne, smettete di parlare della vita peccaminosa di vostro marito. Non glorifica Dio. Solo l'avversario è felice che tu sia così disposta a parlare per lui!

Cosa possiamo imparare dalle Scritture

a proposito dell'Adultero e dell'Adultera?

È l'adulazione che fa entrare un uomo nell'adulterio. “Poiché le labbra dell'adultera stillano miele, e la sua bocca è più morbida dell'olio; ma la fine a cui conduce è amara come l'assenzio, è affilata come una spada a doppio taglio. I suoi piedi scendono alla morte, i suoi passi portano al soggiorno dei morti. Lungi dal prendere il sentiero della vita, le sue vie sono sbagliate, e non sa dove va” (Prov. 5:3-6). Mentre tu eri impegnata a distruggerlo, l’AD lo stava costruendo. Mentre tu eri sempre in disaccordo, lei era d'accordo. È cambiato?

Lei usa l’adulazione per attirarlo in adulterio e nella morte spirituale. "Lei lo sedusse con le sue molte lusinghe; lo trascinò con la dolcezza delle sue labbra. Egli le andò dietro subito, come un bue va al macello, come uno stolto è condotto ai ceppi che lo castigheranno, come un uccello si affretta al laccio, senza sapere che è teso contro la sua vita, finchè una freccia gli trapassi il fegato" (Prov. 7:21-23). Molte volte accade improvvisamente che lui segua l’altra donna. Molte donne, i cui mariti sono caduti nella fossa dell'adulterio, hanno riferito di aver avvertito i loro mariti; ma non hanno mai sentito gli avvertimenti delle loro mogli. (Vedi capitolo 8, "Guadagnato Senza una Parola", per il motivo per cui i mariti ignorano gli avvertimenti delle loro mogli.)

Ancora una volta, è la sua adulazione che lo attira in adulterio. “Affinché ti preservino dalla donna altrui, dall'estranea che usa parole seducenti” (Prov. 7:5). Quand’è stata l’ultima volta che hai elogiato tuo marito per qualcosa? L’hai incoraggiato? Ti sei emozionato per quello che ha detto? C'è da meravigliarsi che fosse così affamato di ciò che l'adultera serviva: l'adulazione?

Ancora una volta, è la sua adulazione che alla fine lo spinge a soffrire finanziariamente. “Per guardarti dalla donna malvagia, dalle parole seducenti della straniera. Non desiderare in cuor tuo la sua bellezza, non ti lasciar prendere dalle sue palpebre; poiché per una donna corrotta uno si riduce a un pezzo di pane, e la donna adultera sta in agguato contro una vita preziosa. Uno si metterà forse del fuoco in seno senza che i suoi abiti si brucino? … Ma chi commette un adulterio è privo di senno; chi fa questo vuol rovinare sè stesso. Troverà ferite e disonore, la sua vergogna non sarà mai cancellata” (Prov. 6:24-33). Così tante donne sono sorprese dalle azioni dei loro mariti o da ciò che dicono mentre sono in adulterio, ma la Bibbia è chiara: arrivato a questo punto egli è privo di senno e vuol rovinare sé stesso.

Ancora una volta, Dio dice che lui soffrirà finanziariamente. “Chi frequenta le prostitute dilapida i suoi beni” (Prov. 29:3). Ci sono state donne che mi hanno detto che ciò non sarebbe mai accaduto ai loro mariti, dato il loro successo a livello aziendale. Però la Parola di Dio vale per tutti e ogni donna venuta a discutere di questo principio, in seguito mi ha parlato del collasso finanziario di suo marito e di come l’adultera abbia sprecato la sua ricchezza!

L'adultera è praticamente fuori per prendere l'uomo. Lei è fuori (di casa) per farlo! “Ed ecco farglisi incontro una donna in abito da prostituta e astuta di cuore, turbolenta e proterva, che non teneva piede in casa” (Prov. 7:10-11). È anche una descrizione di te? Sei turbolenta? Sei proterva? Passi più tempo lontano da casa che in essa? “Perché la prostituta è una fossa profonda e la straniera un pozzo stretto. Anch'essa sta in agguato come un ladro, e accresce fra gli uomini il numero dei traditori” (Prov. 23:27-28). (Leggi “I modi della sua famiglia” in Una Donna Saggia per una maggiore conoscenza.)

L'adultera si inganna pensando che non abbia fatto nulla di male. “Tale è la condotta della donna adultera: essa mangia, si pulisce la bocca, e dice: ‘Non ho fatto nulla di male!’” (Prov. 30:20). Molte donne che vengono in cerca di aiuto per i loro matrimoni rispondono allo stesso modo affermando “Non ho fatto nulla di male”. Ti sei assunta la piena responsabilità del crollo del tuo matrimonio? Finché non guarderai direttamente a ciò che hai fatto, abbastanza a lungo e abbastanza duramente, da non poter più vedere il peccato di tuo marito; il tuo matrimonio non sarà ripristinato.

L'adultera è nemica di Dio! “O gente adultera, non sapete che l'amicizia del mondo è inimicizia contro Dio? Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio” (Giacomo 4:4).

Dio le darà il tempo di pentirsi altrimenti causerà grande tribolazione! “Le ho dato tempo perché si ravvedesse, ma lei non vuol ravvedersi della sua fornicazione. Ecco, io la getto sopra un letto di dolore, e metto in una grande tribolazione coloro che commettono adulterio con lei, se non si ravvedono delle opere che ella compie” (Apocalisse 2:21-22). Lo vediamo così spesso nel nostro ministero. Tutti gli uomini, che rimasero in adulterio, alla fine caddero in “grandi tribolazioni”. Ecco perché è fondamentale che quando tuo marito cerca sollievo “sappia” che c’è pace nella sua casa. Deve sapere che la donna controversa non c’è più! Se Dio non l’ha riportato a casa, allora non sei pronta. Dio è più che in grado di creare una situazione nella vita di tuo marito per farti contattare. Non è un problema di Dio o di tuo marito; è un tuo problema. Una volta che ci sarà un cambiamento significativo in te, Dio sarà fedele nel riportatelo. Fino a quel momento Lui ti sta nascondendo, con il desiderio di cambiarti e modellarti dall’interno verso l’esterno.

Abbiamo anche visto perlomeno quattro casi in cui l’altra donna, che non si è pentita se non dopo un certo periodo, fu colpita da una malattia significativa (come lupus, cancro).

“Metterò anche a morte i suoi figli; e tutte le chiese conosceranno che io sono colui che scruta le reni e i cuori; e darò a ciascuno di voi secondo le sue opere” (Apocalisse 2:23). Inoltre, conosciamo di due casi in cui un bambino è morto. Una donna perse un bambino in un aborto spontaneo a causa di quello che i medici hanno detto essere un “parassita”. Noi dei Ministeri di Restauro abbiamo appena sentito parlare di un altro caso: una donna (cristiana professata), nella sua audacia, ha continuato a perseguire il marito di un’altra donna, dopo molti avvertimenti. Suo figlio maggiore è morto per un tumore al cervello!

Questa è una battaglia spirituale. Deve essere combattuta e vinta nello Spirito. Per favore rileggi il capitolo 8, “Guadagnato Senza una Parola”, per saperne di più sulla guerra spirituale. Abbiamo anche esempi di preghiere nel capitolo 17, che funzionano con forza contro l’adulterio. Ignorate sempre e resistete alla tentazione di combattere nella carne, sia in modo vizioso che allettante. Libri, talk show e amici ben intenzionati potrebbero cercare di convincerti ad applicare l’approccio dell’”amore duro”, che, come abbiamo sperimentato in prima persona, porta ancora più dolore e un completo disastro nel tuo restauro; oppure ti consiglieranno di essere più romantica o seducente per riconquistarlo. Nessuno di questi è la causa, né la soluzione a questo peccato. È una battaglia spirituale. Deve essere combattuta e vinta nello Spirito. L’Amore, come è descritto in 1 Corinzi 13, è sempre la risposta giusta!

Quando tuo marito ti mostrerà che sente di potersi fidare di te (perché sa che non cercherai di farlo tornare da te, ma che l’hai lasciato andare) allora è tempo di attirarlo, come descrive nel libro di Osea. Se vuoi un buon insegnamento su questo argomento, il video di Domande Frequenti (FAQ) “Amore Attraente e Incondizionato” ha aiutato molti, che ora sono restaurati.

Sedurre è molto diverso da attrarre. Parole gentili e amorevoli attraggono. Il perdono è attraente. Qualcuno che è in pace è attraente. Non mancare di attrarre tuo marito attraverso la gentilezza, con parole amorevoli, che trasmettono in modo forte e chiaro che lo hai veramente perdonato. “Perciò, ecco, io l'attirerò, la condurrò nel deserto, e parlerò al suo cuore” (Osea 2:14). Ancora una volta, per una comprensione più profonda del principio di attrarre, faresti bene a vedere il video “Amore Attraente e Incondizionato”.

Sii emozionata quando tuo marito chiama o passa. Non perseguirlo in modo eccitato. Fagli sapere con gioia, entusiasmo e il tono della tua voce che è speciale e molto amato da te. Tuttavia, se non l’hai mai lasciato andare, questo lo allontanerà. Prima devi essere sicura che lui senta che l’hai veramente lasciato andare, poi puoi iniziare ad attrarlo con le tue gentili parole.

Di comun consenso. Molte chiedono cosa dovrebbero fare se i loro mariti infedeli si dovessero avvicinare per l’intimità fisica. “Ma, per evitar le fornicazioni, ogni uomo abbia la propria moglie, e ogni donna il proprio marito. l marito renda alla moglie ciò che le è dovuto; lo stesso faccia la moglie verso il marito. La moglie non ha potere sul proprio corpo, ma il marito; e nello stesso modo il marito non ha potere sul proprio corpo, ma la moglie. Non privatevi l'uno dell'altro, se non di comune accordo, per un tempo, per dedicarvi alla preghiera;  poi ritornate insieme, perchè Satana non vi tenti a motivo della vostra incontinenza” (1 Cor. 7:2-5)

Se sei ancora legalmente sposata, eppure ti rifiuti di avere intimità, resisti le sue advances, gli ordini di andarsene fuori dal letto matrimoniale o inizia a dormire da un’altra parte (per qualsiasi motivo); stai lavorando e giocando nelle mani del diavolo. Una donna non credente avrebbe sicuramente ordinato al marito di andarsene dal letto matrimoniale o da casa. “Se amate quelli che vi amano, quale grazia ne avete? Anche i peccatori amano quelli che li amano” (Luca 6:32).

Quando un peccatore o chiunque fosse “impuro” andava da Gesù, egli rispondeva sempre gentilmente e li toccava persino. Dice che chiunque andrà da Lui, non sarà in alcun modo cacciato! (Vedi Giovanni 6:37). Non importa quanto spesso un peccatore vada al Signore, lo accetterà sempre, anche se sa che presto lo rifiuterà di nuovo. Sei un imitatore di Cristo? 

Tuttavia, il versetto sopra copre chiaramente coloro che sono ancora legalmente sposati. Se c’è stato un divorzio, non dare spazio al male. Questo è il momento in cui devi astenerti dall’intimità, quando il tuo ex marito lo richiede.

Impegno personale: perdonare. “Sulla base di ciò che ho imparato nella Scrittura, mi impegno a fidarmi del Signore e a rifiutarmi di combattere nella carne. Continuerò ogni giorno a perdonare mio marito e tutti coloro che sono stati coinvolti. Resterò gentile e tranquilla mentre cammino in uno spirito di perdono”.

Se sei pronto a prendere l'impegno con DIO per finire il corso, CLICCANDO QUI hai accettato e sei pronta a documentare questo primo passo del tuo Viaggio di restauro nel tuo modulo "Il mio diario quotidiano". Prenditi il tuo tempo, sediti, prendi il tuo caffè o tè e versa il tuo cuore nel tuo diario